Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

No Comments

Snapchat vuole monetizzare la vostra posizione geografica


canale-Telegram-senoecoseno

( iscriviti al canale Telegram NOW )

La notizia sta passando in sordina ma per chi usa Snapchat on the regular dovrebbe interessare visto che la società (aka Snap. Inc) ha intenzione di monetizzare la vostra geolocalizzazione.

Data e Geotargeting.

Ieri è stato annunciato l’introduzione progressiva di ‘Snap To Store’ ovvero un nuovo strumento per gli inserzionisti. Se da una parte questo strumento raccoglie informazioni e fornisce i dati per mostrare gli inserzionisti le campagne che stanno avendo successo, dall’altra lo fa calcolando quante persone fanno snap da un determinato luogo dopo che viene utilizzato ad esempio un geo-filtro pubblicitario.

Mashable riporta un caso pratico: uno snapchatter entra da Gap e all’interno del negozio utilizza un geo-filtro sponsorizzato da Gap: l’inserzionista (The Gap stesso in questo caso) sarà in grado di vedere chi ha visto lo snap e quanti di loro hanno in seguito visitato il negozio.

Snapchat-monetizzare-posizione-geografica-2

Un passo indietro?

Grazie a ‘Snap To Store’ Snapchat può capire se sei un assiduo frequentatore di un determinato negozio, sei un appassionato di viaggi in base a dove scatti e in base a quale geo-filtri hai utilizzato. Eppure il geotargeting pubblicitario era qualcosa che il CEO, Evan Spiegel, ha sempre affrontato con cautela. Snapchat infatti ha sempre sostenuto che l’azienda si impegna a proteggere la privacy dei suoi utenti e che non condivide le informazioni sulla posizione con gli inserzionisti.

Cosa fare?

Finché non saranno chiare le esatte policy su data sharing e geotargeting vi consigliamo di evitare i filtri location-based sponsorizzati, semplicemente disattivando i servizi di localizzazione.

(Visited 115 times, 1 visits today)
Clicca Mi Piace!