Home Tech La spirale mortale di Blackberry sembra rallentare

La spirale mortale di Blackberry sembra rallentare

foto-Blackberry_priv

BlackBerry Ltd. BBRY (+ 2,54%) è salito del 2,3% nello scambio premarket di venerdì scorso.

Cosa significa per l’azienda canadese considerata morta e sepolta con l’avvento dell’iPhone e dell’oligopolio di Android? La spirale mortale di Blackberry sembra rallentare e lo confermano i primi numeri del 2016 e quelli dell’ultimo quadrimestre del 2015.

foto-Blackberry_priv

LATO HARDWARE: Il suo ultimo telefono di punta, il Priv, ha raccolto recensioni buone da parte di famosi reviewer mainstream come Unbox Therapy o Marques Brownlee ma il suo prezzo di lancio decisamente out of range per il rapporto qualità-prezzo ha fatto sì che le vendite fossero si in salita ma in maniera lenta e quasi agonizzante. BlackBerry ci ha poi riprovato con il DTEK50 – uno smartphone da $299 di fascia media – un device con Android Marshmallow e i software di sicurezza di BlackBerry. In realtà il DTEK50 è stato solo un rebranding dell’Alcatel Idol 4, che non ha emozionato nessuno.

foto-Blackberry_DTEK50

LATO SOFTWARE: Tutti i passi fatti sembrano andare in direzioni sbagliate e ad oggi Blackberry occupa SOLO lo 0,2% della quota totale di mercato degli smartphone. E ad oggi l’unico mercato che per l’azienda canadese rimane profitable resta quello dei software: a prova di quello che stiamo dicendo basti leggere alcuni dettagli trapelati dall’accordo tra Blackberry ed il Senato americano lo scorso luglio.