Home Tech Hack per vedere i contenuti di un iPhone bloccato

Hack per vedere i contenuti di un iPhone bloccato

Hack-contenuti-iPhone-bloccato

I vostri messaggi, la rubrica ma soprattutto le foto della tipa che ve le ha uscite NON sono al sicuro. Secondo quanto riportato da iDevice, anche quando il dispositivo è bloccato e protetto da un codice di accesso è possibile per chiunque entrarci dentro.

Il nuovo exploit di cui parla iDevice potrebbe potenzialmente dare l’accesso al vostro iPhone a malintenzionati o peggio ancora alla dolce metà gelosa/psicopatica. Tra le varie informazioni reperibili, il malintenzionato potrà leggere le informazioni dei contatti della vostra rubrica, i vostri messaggi così come anche le foto. Il tutto senza non dover ovviamente essere a conoscenza del passcode dell’iPhone.

SIRI, LA SFRUTTATA:

L’exploit funziona sugli iPhone che hanno Siri abilitato anche nel blocco schermo e l’unico requisito per procedere all’hack è avere fisicamente il telefono in mano.

Una volta in possesso del vostro smartphone, l’aggressore potrà sfruttare Siri per ottenere il vostro numero di telefono. Ciò consentirà loro di chiamare il telefono da un altro numero e di conseguenza ottenere l’accesso ad iMessage senza aver mai sbloccato il vostro iPhone.

COME PROCEDERE – CI VUOLE IL GIUSTO TEMPISMO.

Basterà poi toccare due volte la barra delle informazioni del contatto e tenere premuto, durante il secondo tocco, sulla barra stessa mentre contemporaneamente cliccate sulla tastiera. Il tempismo è ovviamente essenziale in questa fase e l’exploit potrebbe non funzionare sempre alla prima botta. Completando con successo questi passaggi, avrete l’accesso dei contatti e delle foto, anche se il dispositivo rimarrà ‘bloccato’ per via del passcode.

IL VIDEO SPIEGA TUTTO (E MEGLIO):

CHI È A RISCHIO?

Sono a rischio iPhone SE, 6 Plus e 6S ed altre fonti sostengono che qualsiasi dispositivo che utilizzi iOS 8.0 (e versioni successive) sia suscettibile all’exploit.

CONSIGLIO:

Disattivate Siri in modalità blocco schermo. Dio salvi le foto delle tizia che ve le ha uscite!