Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

6 Comments

Gli italiani ne sanno più di Miss Italia? Sentite le risposte - VIDEO

Youtuber esperti di esperimenti sociali, i The Show portano nelle streets la domanda che da un po’ di tempo ci stiamo facendo in redazione: ma gli italiani cosa avrebbero risposto alla domanda che ormai ha reso celebre (in negativo) la Miss Italia di quest’anno?

C’è da dire che alcune risposte ci portano a #tifareasteroide


GUARDA IL VIDEO:

 

(Visited 14.550 times, 1 visits today)
Clicca Mi Piace!

Comments

  1. Marco Bregagnollo

    Questo è un video che ci fa capire ci sono tanti “italiani medi”
    che ad una semplice domanda o rispondono in modo stupido o non sanno cosa dire,
    anche a me se mi prendi alla sprovvista farei lo stesso “figurone”
    però dovremmo tutti, e mi ci metto anche io usare piu’ il cervello

  2. Andrea Fornari

    Sono sicuro che ci avete fatto vedere solo i casi umani perché magari le altre mille persone che avete intervistato vi hanno dato risposte sensate.

    Poi tra l’altro la risposta sul medioevo ci stava.
    Che il Medioevo è un periodo di merda gli storici hanno confermato che non lo è affatto, o almeno non è di sicuro tra i più brutti. Per moltissimi è un periodo affascinante.

    Logico che alla risposta (super sensata): “Medioevo perché mi piaceva, mi piacevano i vestiti, mi piaceva la vita”, che c’erano meno guerre e meno morti, gran cazzata, ma il resto è totalmente condivisibile. Ci fanno e hanno fatto mille film e serie tv, perché è un periodo affascinante.

    Se mi fai questa domanda e io dico “Ai tempi degli egiziani perché sono appassionato di piramidi e quello è il periodo delle costruzioni impossibili, ci sono mille teorie a riguardo, e io avrei tanto voluto viverci e esserne testimone”, è ovvio che puoi dirmi mille cose, tipo “Eh se eri uno schiavo che bel periodo”, “Si moriva a 20 anni”, “Malattia, carestie”. Grazie al cazzo, allora non puoi scegliere più nessun periodo, perché il periodo in cui siamo come”condizioni di vita” è sempre migliore del periodo precedente, e la domanda perde di senso.

    Comunque no, questo video non mi fa dire “Povera Miss Italia, era nel panico”.
    Mi fa dire cogliona eclatante e stupida e meritevole di insulti come il 90% delle persone in questo video. Mi avete solo dimostrato che ce ne sono più di una/o 😀

  3. roberta

    che tristezza! ma dove vogliamo arrivare se il futuro è in mano a questi ignoranti? mi pento di aver lottato per il voto ai diciottenni….

    • Satirev Veritas

      Non sono una persona che adora combattere sul web, luogo dove la parola è data a tutti, semplicemente mi chiedo se il video lei lo ha visto oppure no. Queste intervista sono fatte apposta per far notare quanto la gente vada a conclusioni affrettate e si permetta di dare dell’imbecille senza osservare la situazione nell’intero. Ora, sì, sono ragazzi ignoranti, essi ignorano molto, comunque credo che il suo intervento sia inappropriato; vorrei farle capire che se al giorno d’oggi il mondo è popolato da ragazzi di questo tipo, forse la colpa non è loro, ma di educatori che non hanno saputo fare il loro lavoro. Chiedo, a chi presenta maggior buon senso, di portare comprensione nei riguardi di questi giovani. Essi non sono altro che vittime della società.

      • Nicholas

        Non sono del tutto d’accordo… è vero che, come dice lei, oggi gli
        insegnanti, se anche fossero di buona volontà, non sono messi in
        condizione di insegnare al meglio delle loro possibilità… è anche vero
        però che i ragazzi di oggi, spesso, non capiscono l’importanza che lo
        studio ha e non si impegnano affatto. Non definirei i ragazzi vittime
        della società…

        • Satirev Veritas

          Non sto parlando solo di insegnanti, ma pure di genitori poco presenti o altro. Se la gente fosse in grado di aprire gli occhi e vedere le situazioni nel complesso comprenderebbe che le bravate di molti giovani (come marinare ed affini) non sono dettate dalla loro stupidità, ma spesso da genitori che non hanno saputo educarli a sufficienza. Di conseguenza abbiamo l’abbandono e di quindi l’italiano medio. Poi sarebbe da discuterne delle ore se si volessero introdurre in argomento anche solo i mass media, ma io detesto parlare sul web, preferisco discorrere a quattrocchi davanti ad un buon caffè. Detto questo, ognuno è libero di crede quello che vuole e vedere quello che desidera, io chiudo.